Una corsa che dura da quarant'anni 1972 - 2012
1245143844_fotostoria1-filtered417502_285398821533864_100001912460677_704823_730438962_a-filtered

Ho avuto l’incarico dal Consiglio Direttivo di raccontare la storia del “Pedale Aguglianese”, essendo presente nel gruppo dirigenti della società sin dal 1979.
Sicuramente questo mio breve racconto sarà incompleto, per il momento questi sono i miei ricordi e quelli di qualche amico, se notate discordanze e avete altri fatti da aggiungere vi chiedo di aiutarmi a completare la nostra storia.
Nel lontano 1972 un gruppo di amici, guidato dal caro e indimenticabile Roberto Caimmi, composto da: Mario Pierini, Giuseppe Zoppi, Mario Taccalite, Giorgio Tamburo, e altri dei quali al momento non dispongo dei nomi, hanno fondato l’Associazione che nel tempo è diventata una grande famiglia.
Il primo Presidente di questo gruppo denominato “Associazione Polisportiva Agugliano Sezione Ciclismo” è stato Giorgio Tamburo, seguito da Piergiorgio Polenta che durò in carica alcuni anni per poi lasciare la direzione del gruppo al nostro caro amico Umberto Angeletti, che è stato Presidente modello fino alla sua immatura scomparsa avvenuta il 25 Luglio del 1997, lasciando un vuoto incolmabile nella società e tra tutti gli sportivi Aguglianesi. Proseguendo nella storia dei presidenti, ricordiamo con molta simpatia Stefania Angeletti che è stata la prima donna Presidente, figlia di Umberto, che ha traghettato la società per un breve periodo dal luglio 1997 al 1998 quando è salito sul colle più alto del nostro gruppo il Presidentissimo Pietro Moretti che ancora oggi lo dirige con passione e competenza, tanto che nell’ultimo rinnovo delle cariche sociali è stato nominato Presidente a Vita.
Accanto a questi validi personaggi che hanno guidato la Società, hanno collaborato come segretario e aiuto segretario, altre persone volenterose, fra loro il primo in assoluto è stato il fondatore Roberto Caimmi, che sin dal 1972 ha sempre lavorato in prima linea per la migliore gestione organizzativa del gruppo. Nel 1979, chi scrive questi ricordi, è entrato in questo meraviglioso mondo delle due ruote, e si è subito impegnato per aiutare Roberto nella gestione societaria, fino a quando nel dicembre 1996 Roberto, prematuramente ci ha lasciato. Successivamente altri personaggi molto importanti si sono affacciati nella nostra società, per ricoprire gli incarichi di maggiore impegno, come Giancarlo Togni e Sauro Zagaglia
Tra le tappe più significative di questi primi anni di attività spicca la vittoria nella classica Cicloturistica Perugia Roma del 23/05/1974 e numerosi titoli di Società Campione Provinciale di Cicloturismo UDACE negli anni 1977,1978,1979,1983,1984 e ottimi piazzamenti nei Campionati Regionali.
La società sin da l’inizio, oltre all’attività istituzionale e all’attività Cicloturistica Amatoriale, organizzava delle uscite sociali con il coinvolgimento delle famiglie. Ricordiamo le numerose escursioni in varie località della nostra bella regione, ma soprattutto le mitiche scalate ai passi Dolomitici, Passo dello Stelvio, prima uscita fuori Regione nel 1986, a seguire negli anni, Passo Pordoi, Passo Sella, Passo Fedaia e la Marmolada. In questo periodo, anche l’attività Cicloamatoriale, è stata intensa e con numerosi titoli Provinciali e Regionali UDACE raggiunti dai nostri atleti: Franco Lucchetti , Mariano Giaccaglia, Benito Rosini e sicuramente anche altri atleti dei quali al momento non ho riscontro.
Tornando alla storia della nostra società, nel 1985, a seguito di alcuni problemi di convivenza, sorti all’interno della Associazione Polisportiva, si decise di formare una nuova Società Ciclistica autonoma, affrontando problemi iniziali soprattutto economici, infatti proprio il lato economico è stato il fattore che ha dato vita alla nuova denominazione di “Associazione Pedale Aguglianese”. Allora il gruppo dirigenziale guidato dal Presidente Umberto Angeletti, e dai suoi più stretti collaboratori Roberto Caimmi, Giancarlo Togni e il sottoscritto, trovandosi in serie difficoltà economiche per l’acquisto di nuovo vestiario, proposero di sfruttare la sigla A.P.A. (Associazione Polisportiva Agugliano) denominando la nuova Società Associazione Pedale Aguglianese, utilizzando così
così tutto il materiale con la sigla A.P.A. .
Negli anni successivi e precisamente in occasione dei mondiali di calcio del 1990, Giancarlo Togni con estro geniale, ispirandosi al logo ufficiale dei mondiali di calcio, creò il logo per il Pedale Aguglianese: il famoso ciclista stilizzato inserito al posto della guglia nel tradizionale cerchio della Polisportiva Agugliano. Negli ultimi anni il logo è stato modificato con un ciclista in divisa ufficiale.
La nostra nuova società non ha mai avuto particolari impegni con sponsor, l’unica parentesi è stata con la ditta F.lli Fieramosca che ha collaborato per alcuni anni, dandoci modo di organizzare ad Agugliano delle belissime corse, dalle quali nacque il Gran premio città di Agugliano, prima per amatori, poi via via aumentando di livello Agonistico, siamo arrivati ad organizzare gare Juniores negli anni 1983,1984 e 1988 per poi arrivare ad organizzare per due anni consecutivi 1985 e 1986 gare per dilettanti, vedendo transitare sulla famosa salita di Borgo Ruffini , ciclisti dai nomi oggi noti come Campioni Professionisti. Da allora il gran premio Città di Agugliano ha ceduto il passo all’attività giovanile senza interruzione fino al 2001, per poi tornare definitivamente all’attività amatoriale.
Dal 1986, interrompendo il rapporto con lo sponsor F.lli Fieramosca, la società ha deciso di non impegnarsi con sponsor da pubblicizzare sulle maglie, nella nuova maglia e quelle a seguire, rispettando rigorosamente i colori tradizionali Blu Bianco e Rosso verrà pubblicizzato gratuitamente il solo marchio AVIS - AIDO.
Sempre nell’anno 1986 la nostra società ha avuto una svolta tecnica tanto voluta dai Dirigenti, Roberto Caimmi e da due altri personaggi che tutt’ora sono in cabina di regia Luigi Raffaeli ed io, si è dato inizio all’attività Agonistica. Luigi Raffaeli è stato il primo Direttore sportivo coadiuvato dal sottoscritto, nel 1989 debutta Luca Raffaelì, seguito poi negli anni successivi da Emanuele Serrani e Serena Magellano. Nel corso degli anni il numero dei ragazzi è andato sempre aumentando fino ad arrivare nella stagione 1999 a 21 tesserati, poi l’attività è andata un po’ alla volta a diminuire fino a giungere alla chiusura nel 2003 per mancanza di materia prima cioè i ragazzini.
Altra importante iniziativa per il Pedale Aguglianese (fortemente voluta dall’amico Roberto) è stato il passaggio del giro d’Italia per ben due anni consecutivi 1994 e 1995 e una tappa della classica Tirreno Adriatica con arrivo a Chiaravalle, anche se per una brevissima apparizione per noi sportivi e per l’intero paese di Agugliano sono stati dei grandissimi eventi.
L’attività Amatoriale è stata sempre negli anni intensa ed efficace, abbiamo raggiunto ottimi risultati sia nell’organizzazione di attività sociale con il coinvolgimento delle famiglie, sia nei risultati agonistici con altri titoli di Campioni Provinciali di Cicloturismo per società e nel 2001 il Campionato Regionale di Cicloturismo per società, manifestazione da noi organizzata con un ottimo successo, a seguire per l’attività amatoriale non dobbiamo dimenticare l’organizzazione della Marchigiana negli anni dal 2002 al 2009.
Nel 2001 sono stato chiamato a dirigere il Comitato Provinciale di Ancona della Federazione Ciclistica Italiana e successivamente nel 2004 sono stato eletto Presidente del Comitato Regionale della Federazione Ciclistica Italiana, per questi due impegni ho dovuto progressivamente abbandonare la mia attività all’interno del Pedale, ma nel frattempo altri personaggi hanno dato la loro disponibilità e sono stati subito inseriti nell’organigramma della società, Sandro Pelonara e Damiano Montesi, entrambi attualmente ricoprono la carica di Vice presidente. Damiano nel corso degli anni è diventato il nostro punto di riferimento e con l’ausilio di tutti gli altri Consiglieri e di tutti coloro che collaborano con l’attuale Presidentissimo Pietro Moretti fanno si che la nostra grande famiglia del pedale Aguglianese sia sempre sulla strada con successo.
Nell’intensa attività Cicloamatoriale spiccano anche alcune iniziative oramai consolidate nel tempo che stanno riscuotendo un notevole successo tra gli iscritti, tipo la premiazione annuale di tutti i tesserati legata alla speciale classifica del Gran Premio Presenze, riciclando i vari trofei e coppe vinti dalla società durante la stagione agonistica.
Altra iniziativa consolidata nel tempo che è stata inventata da Roberto e da me, sempre per coinvolgere il più possibile tutti i tesserati è stata il trofeo Maglia Rosa , che tra interruzioni e varie modifiche del regolamento, in questi ultimi anni specialmente ha ritrovato il suo fascino.
E’ doveroso segnalare chi dall’inizio del Trofeo Maglia Rosa ha indossato la preziosa maglia.
Non avendo date certe, l’elenco è stato stilato sulla base dei ricordi, quindi posso incorrere a delle inesattezze, il primo ad indossare la Maglia Rosa e per quattro anni consecutivi è stato Franco Lucchetti, seguito poi dal nostro compianto Presidente Umberto Angeletti, a seguire, con un regolamento particolare si sono assegnate due maglie una agonistica andata ad Antonio Cassarari e un’altra in base alla classifica del gran premio presenze andata a Franco Luccioli poi a seguire Benito Rosini e Faustino Serrani, al momento i miei/nostri ricordi si fermano qui. Dall’anno 2000 abbiamo invece dati sicuri, anno 2000 Gambella Luciano, 2001 Giaccaglia Mariano, 2002 Giordano Giuseppe, 2003 Baiocchi Flavio, 2004 pari merito Baiocchi Flavio e Giordano Giuseppe, 2005 – 2006 – 2007 Baiocchi Flavio, nel 2008 ancora parimerito Baiocchi Flavio e Damiano Montesi, 2009 Luciano Taranteli, 2010 Davide Pignocchi, 2011 Matteo Lucesoli e 2012 Sebastiano Pierantoni.
Nel 2011 con l’avvento nella nostra società di numerosi Bikers è stato istituito anche il trofeo maglia verde per la categoria Bikers il primo ad indossare la maglia verde del gruppo è stato il promettente Bikers Mattia Trombetta, mentre quest’anno la maglia è stata indossata da Pieroni Giordano.
Nel 2010, riscoprendo il fascino della scalata del Monte Cucco, più volte organizzata negli ani precedenti, abbiamo nuovamente inserito nel nostro calendario sociale la cronoscalata del Monte Cucco, su strada e per MTB, con l’assegnazione della maglia ciclamino Vinta nel 2010 solo per la categoria strada da Matteo Lucesoli , nel 2011 per la categoria Strada Emanuele Serrani, mentre per la Categoria MTB Pieroni Giordano, nel 2012 per la categoria Strada Sebastiano Pierantoni e per la Categoria MTB Pironi Riccardo.
Prima di concludere è doveroso, ricordare tutti gli amici che hanno indossato la gloriosa maglia del Pedale Aguglianese, che ora non sono più tra noi e che sono purtroppo tanti: Artemio, Giorgio, Mario, Alfredo, Roberto, Umberto, Vincenzo, Antonio, Marco e Gianni anche altri si saranno aggiunti a questo triste elenco che noi non conosciamo, a tutti questi nostri amici e alle loro famiglie va rivolto il nostro affettuoso ricordo.
Concludo ripetendo quanto detto all’inizio, ho cercato di scrivere quanti più ricordi possibili, però mi auguro che qualcuno di voi che leggerà questo documento e visionerà il documento fotografico che ho preparato, possa contribuire al suo perfezionamento e magari, integrarlo per il 50° anniversario di fondazione.

Ivo Stimilli